logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Marostica

Provincia di Vicenza - Regione del Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Agosto  2020 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31       

Comunicato

Comunicato

Comune:

Marostica

Data:

15/01/2019 00:00

Oggetto:

Pastorizia e tessitura a Marostica. Il 19 gennaio una mostra e un convegno inaugurano un ricco programma dedicato a lana, pecore e pastori, con conferenze, corsi, escursioni e proiezioni.

Descrizione:

 

 

Marostica, 15 gennaio 2019 - Da oltre vent’anni impegnata nella salvaguardia e nella promozione delle tradizioni del territorio, l’Associazione Mondo Rurale, con il patrocinio della Città di Marostica, firma il nuovo progetto “Lana pecore pastori dal monte al piano”che da gennaio ad ottobre porta in città una articolata riflessione sulla lana come pilastro dell’economia marosticense nei secoli scorsi e sui suoi più attuali sviluppi, con un lungo programma di approfondimenti ed attività.

 

Un convegno al Castello Inferiore (sabato 19 gennaio) e una mostra corredata da un approfondito catalogo (dal 19 gennaio al 24 febbraio) sono infatti i punti focali di una inedita ricerca, realizzata in collaborazione con l’Associazione Marostica Archeologia, che abbraccia Marostica e il territorio pedemontano, per allargarsi all’Altopiano dei Sette Comuni.

 

Pastorizia e tessitura sarà il binomio di riferimento della manifestazione, che partirà dalle vicende storiche per gettare uno sguardo sul presente e proiettarsi verso prospettive future” spiega Francesca Rodeghiero, presidente dell’Associazione Mondo Rurale e ideatrice del progetto. E prosegue: “Marostica, in quanto città murata, poté vantare il privilegio di tessere i ‘panni alti’ proprio mentre nei soprastanti villaggi montani fioriva l’attività pastorale, che portò alla selezione di una pecora dalla lana lunga e abbondante, ben presto richiesta dalle tessitorie del piano”

 

Passato, presente e futuro convivono nel progetto attraversando diversi mondi, come l’imprenditoria, l’agricoltura, la cultura e il turismo” dichiara l’assessore alla cultura Marialuisa Burei La mostra, la pubblicazione, il convegno e le attività collaterali di questo ricco ed inedito percorso sono davvero un viaggio nella storia e nella tradizione del nostro territorio e delle nostre genti, ma soprattutto aprono ad una visione, sostenibile e ricca di spunti per la contemporaneità, destinata a lasciare il segno. Un mondo, quello della lana, fatto di tradizioni plurisecolari, ma anche di tecnologia e ricerca; di miti e suggestioni straordinarie, ma anche di lavoro e di produzioni reali”.

 

Al convegno, in programma sabato 19 gennaio al Castello Inferiore con inizio alle 15.00, dopo l’apertura dell’assessore alla cultura Marialuisa Bureiintervengono gli esperti Armando De Guio, Giancarlo Bortoli, Angelo Chemin, Edoardo Demo, Giovanni Luigi Fontana e Valerio Bondesan trattando delle vicende storiche riguardanti la pastorizia, delle vie della transumanza, della tessitura a Marostica e nella Valle dell’Agno, oltre che dei progetti in atto di recupero delle razze ovine autoctone. 

 

A seguire, alle 18.00, l’inaugurazione della mostra al Castello Inferiore che, attraverso oggetti, tessuti, foto d’epoca,  ricostruzione di ambienti e grandi pannelli descrittivi illustra i temi del convegno, allargandoli alla vita del pastore, ai prodotti della pastorizia, alla lavorazione domestica della lana, all’utilizzo dei pannilananell’abbigliamento. Una sezione è dedicata alla tessitura contemporanea, con la presentazione di lavori ideati e realizzati dagli alunni dell’Istituto Scotton di Breganze. Uno sguardo sulle opportunità di utilizzo odierno è offerto dai pregiati prodotti del Lanificio Bonotto di Molvena e da tappeti ed arazzi della rinomata Tessitoria Bonfanti di Mussolente, mentre un ambito particolare è riservato alla presenza ed al significato di pecore e pastori nell’arte (fino al 24 febbraio).

 

I temi sono approfonditi nel prestigioso volume che accompagna la mostra, a cura di Francesca Rodeghiero ed edito da Attilio Fraccaro Editore: 140 pagine riccamente illustrate ed impreziosite da molte foto dell’archivio storico di Sandro Brazzale.

 

Il progetto è arricchito da numerose attività collaterali come la proiezione del film “L’ultimo pastore” (31 gennaio, ore 20.30, Chiesetta S. Marco); la conferenza “La pecora nell’arte - Il Buon Pastore: l’immagine della mansuetudine da Giotto alla contemporaneità
”, a cura di Mario Guderzo (7 febbraio, ore 20.30, Chiesetta S. Marco); le letture animate per bambini “Un, due, tre... pecora racconta”, a cura dell'Associazione Il Gufo (sabato 16 febbraio, ore 16.30, Biblioteca Civica); la dimostrazione in costume “I lavori della lana dalla filatura alla feltratura
”, a cura del Gruppo ‘La seriola’ di Romano d’Ezzelino (24 febbraio, ore 14.30, Cortile del Castello Inferiore). 

 

Il progetto prevede inoltre un corso di filatura della lana (21-26-28 febbraio e 5-7 marzo, ore 20.30, Biblioteca Civica); una visita a Follina e al Lanificio Paoletti (31 marzo); una escursione guidata a Malga Slapeur e cena con prodotti tipici della pastorizia (30 giugno); un corso di lavoro a maglia con ferri circolari (15,17,22 e 24 ottobre, ore 20.30, Biblioteca Civica). 

 

Una tavola rotonda, in programma il 26 ottobre (ore 15.00) al Castello Inferiore, conclude infine il percorso, con uno sguardo sulle prospettive che ancor oggi possono offrire la pastorizia con i suoi prodotti, l’utilizzo della lana nella bioedilizia, le proposte turistiche riguardanti i percorsi dei pastori, con gli interventi di Carlo Bezze, Isabella Bortoli, Gianni Rigoni Stern, Flavio Rodeghiero, Sandro Sartori.

 

La manifestazione “Lana pecore pastori dal monte al piano” è promossa dall’Associazione Mono Rurale in collaborazione con Marostica Archeologia, con il patrocinio della Città di Marostica e della Regione Veneto e con il sostegno di Fondazione Banca Popolare di Marostica Volksbank, Banca San Giorgio Quinto Valle Agno, Centroveneto Bassano Banca, Costenaro Assicurazioni e Vimar. Hanno contribuito alla realizzazione del progetto l’Istituto Professionale A. Scotton di Breganze e i musei di Foza, Lusiana, San Vito di Leguzzano.

 

La mostra al Castello Inferiore è visitabile dal 19 gennaio (inaugurazione ore 18.00) al 24 febbraio, tutti i giorni, escluso il lunedì, con orario 10.00-12.00 e 15.00-18.00. Ingresso libero.

 

Per informazioni: mondorurale.marostica@gmail.com.

Settore:

Cultura

Via Tempesta, 17
P.Iva: 00255650244
PEC: marostica.vi@cert.ip-veneto.net - centralino tel. 0424/479200